foto-Sudan-federico
foto-AICS-Sudan-facebook
Training-presso-la-nuova-terapia-intensiva-al-Maternity-Hospital-di-Port-Sudan-Stato-del-Mar-Rosso-Sudan
Training-presso-la-nuova-terapia-intensiva-al-Maternity-Hospital-di-Port-Sudan-Stato-del-Mar-Rosso-Sudan-2-1
sudan (14)
sudan (12)
sudan (11)
sudan (9)
WhatsApp-Image-2018-01-25-at-14.18.14
WhatsApp-Image-2018-01-25-at-14.30.36
Semintensive
WhatsApp-Image-2018-01-25-at-14.16.11
WhatsApp-Image-2018-01-25-at-14.30.44
WhatsApp-Image-2018-01-25-at-14.15.36
WhatsApp-Image-2018-01-25-at-14.15.37
WhatsApp-Image-2018-01-25-at-14.15.40
WhatsApp-Image-2018-01-25-at-14.15.49
WhatsApp-Image-2018-01-25-at-14.17.47
WhatsApp-Image-2018-01-25-at-14.16.33
WhatsApp-Image-2018-01-25-at-14.16.43
K
S
31484777_1766410853397833_1470740795223965696_n
31959945_1766410566731195_4525733187279650816_n
31958859_835804893291647_502407188178796544_n

FINANZIAMENTO

AICS

STATO

Aperto

LOCATION

Port Sudan – SUDAN

TIPO DI INTERVENTO

Sviluppo

Il progetto è interamente realizzato in collaborazione con l’Università di Sassari

Obiettivi

Rafforzare la «Academy of Health Science» nelle sue capacità didattiche : tecnici ed assistenti di laboratorio, ostetriche, medical assistants ed infermieri

  • Assistenza tecnica in lunga missione di un esperto sanitario / health coordinator con compiti di assistenza tecnica e
  • Assistenza tecnica in breve missione di esperti in varie discipline sia per le attività legate alla formazione che per quelle legate all’organizzazione e la funzionalità dei reparti sedi di tirocinio (elaborazione di procedure operative, protocolli, …):
  • Assistenza per organizzazione di corsi per “laboratory technicians” e per studenti della facoltà di medicina in ambito microbiologia, batteriologia, virologia, etc..
  • Assistenza tecnica e formazione a distanza di un esperto sanitario.
  • Assistenza tecnica di un esperto medico sudanese di alto profilo professionale per tutta la durata del progetto.
  • Contributo finanziario ai costi di funzionamento dell’AHS di Port Sudan.
  • Erogazione di borse di studio di perfezionamento presso AHS /università a Khartoum per docenti dell’AHS
  • Erogazione di borse di studio di 2 mesi all’anno per 3 persone in Italia

Migliorare l’Ospedale Generale di Port Sudan in alcuni dipartimenti quali unità di tirocinio pratico per gli studenti dell’AHS (Ospedale Materno, Ospedale Pediatrico e Laboratorio Centrale)

  • Assistenza tecnica e formazione di un esperto in costruzioni per 3 mesi / anno nella supervisione delle opere  civili.
  • Riabilitazione prioritarie/urgenti nei reparti (e sedi di tirocinio) di pediatria, laboratorio e maternità dell’Ospedale Generale di Port Sudan.
  • Fornitura di attrezzature ed arredamenti sanitari ai reparti di cui al punto sopra
  • Sostegno economico per forniture (contributo per farmaci, reagenti e materiali medicali consumabili, manutenzione attrezzature).
  • Introduzione di linee guida e protocolli clinici secondo le “best practices” internazionali.

Avviare linee di ricerca dell’Ospedale Universitario di Port Sudan, quindi della Facoltà di Medicina, in collaborazione con istituti scientifici e di ricerca d’eccellenza, italiani e internazionali.

  • Assistenza tecnica dell’Università di Sassari, con professori universitari e ricercatori, in loco e dall’Italia.
  • Sviluppo di linee di ricerca scientifica applicata (maggiore conoscenza epidemiologica sulle malattie trasmissibili, ricerche sulle resistenze agli antibiotici, …)
  • Iscrizione di 3 docenti / ricercatori della Facoltà di Medicina / specialisti dell’Ospedale Generale a master della durata di 18 mesi  in Khartoum, per l’aggiornamento professionale e l’acquisizione di competenze in ambito di ricerca.
  • Elaborazione di documentazione scientifica e pubblicazioni in riviste internazionali specializzate.

“Sudan: L’Italia dona un’unità operativa per la nutrizione” – sito Farnesina

”L’ Italia è in prima linea in Sudan, per fronteggiare la malnutrizione delle donne in stato di gravidanza, delle giovani mamme di bambini sotto i cinque anni d’età e per migliorare il sistema sanitario del Paese, affinché si possa assicurare alla maggior parte della popolazione possibile l’accesso ai servizi sanitari di qualità”. Lo ha detto l’ambasciatore italiano Fabrizio Lobasso nel corso della cerimonia di inaugurazione dell’Unità operativa di Nutrizione presso l’Ospedale Universitario di Ostetricia di Port Sudan, il più grande dello Stato del Red Sea.  All’evento hanno partecipato il Direttore Generale del Ministero della Salute, Amad Abdu Rabu, il Direttore dell’Ospedale, Abdallah, il Governatore dello Stato del Mar Rosso, Ali Ahmed Hamidt e il rappresentante AICS a Khartoum Vincenzo Racalbuto.

All’ong Aispo è stata affidata dalla Cooperazione italiana un’iniziativa di emergenza della durata di nove mesi per un totale di circa 350.000 euro con l’obiettivo di fronteggiare la malnutrizione severa e moderata della popolazione locale e riabilitare l’unità di terapia semi-intensiva dell’ospedale.  In particolare l’iniziativa ha garantito la formazione sul tema della nutrizione e sull’utilizzo delle attrezzature per la terapia semi-intensiva con il coinvolgimento di 65 tra ginecologi, infermieri e ostetriche, un aumento dei posti letto per pazienti con problemi nutrizionali, verande e fognature per limitare il rischio di infezioni. A beneficiare del programma, che prevede anche l’acquisto e la fornitura di farmaci. saranno 12.172 donne in stato gravidanza , neomamme e bambini sono i cinque anni.

Clicca qui per saperne di più

Write a comment:

*

Your email address will not be published.